COME PROTEGGERE LE ZAMPE DEI NOSTRI CANI DA GHIACCIO E NEVE?

Con l’arrivo dell’inverno le temperature si abbassano ed arrivano freddo e neve. Ci sono alcune attenzioni che dobbiamo avere per proteggere le zampe del nostro cane dal freddo e dalla neve, ma anche dal sale antigelo, vediamole insieme;

  • Accorciare il pelo delle zampe

È consigliabile, soprattutto nei cani a pelo lungo, tagliare bene il pelo intorno alle dita ed ai cuscinetti, questo evita che durante la passeggiata si raccolgano neve e ghiaccio

 

  • Applicare una crema protettiva

Prima di uscire di casa è bene applicare nei piedini e tra gli spazi interdigitali della vasellina o specifica crema protettiva-lenitiva ad uso veterinario, queste hanno un’azione idrorepellente e funzionano come uno scudo contro ghiaccio e sale, inoltre proteggono da irritazioni e screpolature. Può essere utile ripetere l’applicazione sui piedini puliti una volta tornati a casa dalla passeggiata.

 

  • Pulire e lavare le zampine 

Tornati dalla passeggiata è bene pulire attentamente le zampine, lavarle con acqua tiepida ed asciugarle bene con un panno morbido. Questa operazione ci permette di togliere residui di neve, scaldare i piedini del nostro cane e rimuovere completamente eventuale presenza di sale antigelo che può essere tossico per gli animali domestici.

 

  • Passeggiate più brevi

Se sapete che il vostro cane non sopporta tanto il freddo è consigliabile ridurre i tempi della passeggiata e scegliere strade più pulite. Può essere utile anche portare con sé un asciugamano per rimuovere la neve dalle zampe più facilmente quando necessario.

LA STERILIZZAZIONE DEI NOSTRI PET NON E’ PIU’ UN TRAUMA

LA STERILIZZAZIONE DEI NOSTRI PET NON E’ PIU’ UN TRAUMA

Sterilizzare i nostri pet è una decisione difficile e importante. É difficile perchè non si vorrebbe sottoporre ad un intervento il nostro compagno, ma è importante per prevenire patologie in età senile che richiedono comunque un intervento chirurgico che diventa molto più rischioso (patologie dell’utero/ovaie e patologie di prostata/testicoli). Oggi gli interventi chirurgici sono eseguiti con anestesie sicure e con la terapia del dolore intra e post operatoria, riducendo rischi ed  invasività. È possibile utilizzare la chirurgia mini-invasiva/laparoscopia che trasforma l’intervento di sterilizzazione della femmina in una procedura veloce, con un posto operatorio senza dolore e senza complicanze, senza i problemi legati alla chirurgia tradizionale.